Cosa fanno gli italiani all’estero – fregano


Ci saranno senz’altro alcuni italiani all’estero che fregano, che “non pagano il biglietto del tram, passano con il rosso, cercano in ogni modo di evadere le tasse”, ma io vedo una certa tendenza al miglioramento, ad imparare il senso civico stando in un posto dove attorno a te il senso civico lo vedi (e non necessariamente questo posto è all’estero). Gli italiani che mi vedo attorno io, dopo un po’ sono come addomesticati da una società più sana e imparano a comportarsi meglio. Ciò che non abbiamo ancora imparato, purtroppo, è quello che secondo me è il vero segreto di questa società più sana: il coraggio di rompere i coglioni.
È la testardaggine e la dignità di quella nonnetta che camminava davanti a me un giorno e che, vedendo una signora buttare una carta per terra, l’ha raccolta, ha chiamato la malcapitata e le ha gridato severa “signora, ha perso questo”. È il coraggio che non ho avuto io, per esempio, quella volta in cui ho visto un mio lontano parente parcheggiare sulle strisce pedonali per entrare dal panettiere: ho pensato che fosse incivile, ma poi ho sorriso, l’ho salutato e sono tornato a casa.

Annunci

2 risposte a “Cosa fanno gli italiani all’estero – fregano

  1. Questa della cartaccia l’ho vista Anche io, ma al posto dell’anziana c’era una bimba inglese che avrà avuto 4 anni che ha rimproverato un sedicenne dicendogli “ehi, raccogli!” …e lui con profonda vergogna ha raccolto ciò che aveva buttato e l’ha gettato in un cestino. Profonda ammirazione per la bimba!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...